Questione di Stile


INIZIATIVA DI PROTESTA “Ervin Libero”
15 marzo 2010, 15:48
Filed under: Antirepressione e calcio moderno!

COMUNICATO UFFICIALE:

Anche questa volta a Viterbo siamo stati vittima di un incresciosa manipolazione da parte delle forze dell’ ordine e delle testate giornalistiche locali, le quali dopo l’arresto di un ragazzo di 26 anni per rissa , esponente di spicco del nostro gruppo, hanno letteralmente superato il limite. Da cinque anni a questa parte ogni volta che capita qualcosa a uno di noi, riguardante lo stadio e non, pensano bene di diffondere la notizia riferendosi sempre a quel gruppo ultras che da’ tanto fastidio ai poteri forti cittadini. Quest’ anno sin dal 20 agosto, dopo l’ arresto di un’ altro componente del gruppo, sempre per lo stesso reato, i giornali hanno riempito le prime pagine con articoli sull’ argomento, di cui la maggior parte erano totalmente fatti inventati, o per lo meno cose che loro presumevano.

Per arrivare sino a questa mattina, mercoledi’ 24 settembre, come premesso, dove all’ alba la squadra mobile di Viterbo ha effettuato quattro perquisizioni, tra cui vi erano il ragazzo arrestato con l’accusa di violenza, rissa e danneggiamenti personali, e un altro ragazzo del nostro gruppo che se l’è cavata con l’obbligo di firma quotidiano; gli altri due presumibilmente dovrebbero essere l’altra parte coinvolta, giovani appartenenti all’ estrema sinistra. Durante le perquisizioni sono stati rinvenuti a casa di ****** alcuni coltelli, un tirapugni ma anche delle magliette sia ultras che politiche, che alcuni libri sull’ argomento, anche perche’ lavora in una libreria di proprieta’ dei suoi familiari. Nonostante tutto questo la mobile ha esposto questi “rinvenimenti” come trofeo, motivo d’orgoglio durante la conferenza stampa indetta con i giornalisti. In risalto, come al solito, sono state messe alcune t-shirt con scritte contro il calcio moderno e contro la repressione, che non sono assolutamente fuorilegge anche perche’ vengono acquistate semplicemente tramite negozi on-line, nonche’ un cappello del nostro gruppo con la scritta in corsivo “questione di stile”. Anche stavolta hanno voluto mettere in risalto il loro lavoro, piu’ che altro per dimostrare che anche loro stanno combattendo questa grande piaga sociale che sembra essere l’ultras, restando al passo con altre questure piu’ “celebri”, che stanno mettendo in atto drastiche misure dopo i finti scontri di Roma-Napoli- . Purtroppo queste manipolazioni sono all’ ordine del giorno, e tra chi ha il compito di dare la notizia, cioe’ la questura, e chi ha il compito di diffonderla, cioe’ i giornali, non si capisce mai chi è che distorce e aggiunge collegamenti irreali alle verita’ di base. Pero’ nonostante questo hanno in comune  che pur di mettere in risalto e in buona luce il proprio operato, sono disposti a modificare la notizia a loro piacimento. Soprattutto se coinvolge qulcuno di noi. Poi è

chiaro, chi legge il giornale non puo’ far altro che crederci, non conoscendo certe cose.

Tuttavia noi siamo stati sempre i primi ad ammettere che ogni volta che stiamo per commettere un reato sappiamo a cosa andiamo incontro, ed è giusto che paghiamo anche le conseguenze, ma quando, come in questo caso chi svolge il proprio lavoro non lo fa’ correttamente, ci sentiamo in dovere di dover esprimere le nostre opinioni, soprattutto su fatti che riguardano un nostro amico. Pur rendendoci conto che sbagliamo, infatti noi non contestiamo il reato, cercheremo di ottenere sempre la pura e semplice verita’, cercando di ottenerla mettendo a conoscenza ogni qualvolta possiamo dimostrare con i fatti, che stanno violando le norme d’ informazione ma soprattutto la liberta’ personale dell’ indagato rendendo pubblici tutti dati che dovrebbero servire se non altro, solamente per le indagini.

Ed è proprio per questa serie di motivazioni che abbiamo organizzato una piccola manifestazione al centro di Viterbo, proprio per mettere in chiaro alcune cose e soprattutto, nelle nostre possibilita’, di far sentire il nostro appoggio al fratello arrestato. Un ultras, ma anche camerata ed è per questo che l’iniziativa di sabato è stata a nome Casa Pound Viterbo, di cui fa’ parte Ervin ma anche altri ragazzi del QdS, ed anche perche secondo le forze dell’ ordine questa rissa è dovuta da motivazioni extra-calcistiche, quindi ci è sembrato giusto organizzare una due giorni di solidarieta’ per lui; il sabato in piazza con volantinaggio e striscione e la domenica allo stadio con un altro, ma senza nessun riferimento politico. E’ stato importante, come dicevamo prima, anche per ribadire su alcuni concetti completamente inesatti, espressi dal moralista di turno, sull’ ormai tristemente noto, nuovo corriere viterbese, che sembra averci preso gusto nello scrivere stronzate su di noi.

Purtroppo le sorprese non erano finite, poco prima di Viterbese-Astrea avevamo intenzioni di portare dentro lo stadio lo striscione preparato per l’occasione, con scritta assolutamente inoffensiva. Ma lo stronzo di turno, con il supporto degli uomini della digos, hanno vietato l’ingresso, senza dare nessuna motivazione valida. A questo punto, dopo un’ ora di insistenza abbiamo riportato lo striscione in macchina, per evitare ulteriori problemi, con la promessa che finche’ non sarebbe entrato almeno una volta in casa durante l’arco della stagione, saremmo stati tutte le domeniche all’ ingresso, finche’ non l’avrebbero fatto entrare. Ma il mancato ingresso, siamo certi è dovuto dal fatto che il giorno prima durante la manifestazione si sono levati spontaneamente alcuni cori contro le forze dell’ ordine, e questa è stata la loro risposta, da conigli come al solito.

Concludiamo questa introduzione  solidarizzando con i nostri amici arrestati, tra domiciliari e galera, con la speranza di vedere al piu’ presto un loro ritorno nella nord.

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: